6 Consigli per scegliere un Gestionale Medico

ottimizza il tuo tempo con un gestionale medico online

La scelta di un gestionale medico online può spesso rivelarsi impegnativa. Vorremmo rendere questa scelta un po’ più semplice attraverso qualche riflessione. Attualmente sul mercato le soluzioni possibili sono davvero molte, e senza un’idea o una direzione precisa da seguire, il rischio di perdersi diventa molto alto. Per questo abbiamo creato questi 6 punti per cercare di fare un po’ di chiarezza in questa difficile scelta.

1.   Attualmente come organizzi il tuo lavoro?

Ogni specialista ha un modo diverso di organizzare il proprio lavoro. Esiste un modo migliore di un altro per organizzare la propria attività? Difficilissimo dare una risposta univoca a questa domanda, ma una cosa è certa: ogni metodo di lavoro può celare aspetti che possono sicuramente essere migliorati. Un’altra indiscutibile certezza è che modificare il proprio metodo di lavoro, richiede spesso tempo e fatica, motivi per i quali è fondamentale valutare molto bene la direzione da prendere per non perdere inutilmente tempo. Quanto il nostro attuale gestionale è in grado di adattarsi al nostro lavoro? Ci sono operazioni che possiamo migliorare e velocizzare? 

2.   Puoi impiegare in maniera più efficace il tuo tempo?

A volte viene perso molto tempo per seguire la parte burocratica della nostra attività. Tempo che possiamo tradurre in costi e mancati profitti. Oggi giorno la tecnologia ci mette a disposizione strumenti che fino a qualche anno fa potevamo solo immaginare. La domanda fondamentale che dobbiamo porci è: “Questo strumento può farci risparmiare tempo?” – “Questo gestionale può aiutarci a commettere meno errori?” Queste sono le prime domande che dovremmo porci quando pensiamo di cambiare il nostro gestionale ed implementare di conseguenza il nostro “modus operandi”.

3.   Certi cambiamenti non dipendono da noi, non dobbiamo però rimanere indietro!

È un dato di fatto che le attività lavorative evolvono, un esempio ne è la fatturazione elettronica. Ormai uno specialista è obbligato ad essere in grado di inviare fatture elettroniche. Questi aspetti e molti altri devono essere oggetto di valutazione nel momento in cui cerchiamo un nuovo gestionale. Accertiamoci che lo strumento che scegliamo sia dinamico e venga aggiornato con le funzionalità che il mercato richiede, altrimenti, nel giro di pochi anni, correremo il rischio di ritrovarci con un gestionale obsoleto con tutte le difficoltà che ne possono derivare.

4.   Quali vantaggi possono esserci nell’utilizzo di un gestionale online?

Con un gestionale medico online, il primo grande vantaggio che possiamo trarne immediatamente è l’accessibilità ai nostri dati. Ovunque ci troviamo e da qualsiasi device, possiamo rapidamente accedere al nostro gestionale per compiere qualsiasi operazione di cui abbiamo bisogno. Che si tratti di compilare l’anagrafica di un paziente, a consultare il suo storico se si tratta già di un nostro paziente, o per operazioni amministrative come creare/cancellare appuntamenti, fatture, pagamenti. Tutto questo ovunque ci troviamo!

Se fino ieri uno specialista impegnato per esempio in una visita a domicilio, era costretto a posticipare a quando sarebbe tornato in studio alcune operazioni (come, ad esempio, la creazione di una fattura), oggi, con un gestionale in cloud, potrà adempiere subito a tutti gli impegni burocratici, senza dover perdere tempo in un secondo momento. Tutto tempo guadagnato che potremo impiegare per seguire meglio i nostri pazienti aumentando la qualità del nostro servizio.

5.   Che operazioni è in grado di fare il gestionale medico che attualmente stai usando?

La possibilità di poter compiere la maggior parte delle operazioni che dobbiamo fare all’interno di un unico ambiente lavorativo è sicuramente un altro aspetto molto importante da tenere in considerazione nella nostra scelta.

Molte volte si sente parlare di specialisti che prendono appuntamenti su carta, si appoggiano ad un software dedicato per la fatturazione e magari ad un altro software ancora per la gestione contabile, tornando poi di nuovo all’utilizzo della carta per la gestione delle cartelle cliniche dei pazienti. Un’infinità di passaggi che, oltre a rendere molto impegnativa la gestione stessa, aumentano di molto le possibilità d’errore e rendono difficilissimo il recupero e il confronto di dati specifici essendo archiviati su piattaforme e strumenti diversi.

Ancora una volta, situazioni come queste, rischiano di portare a grandi perdite di tempo, traducibili sempre in mancati profitti.

6.   Quanto siamo disposti a pagare un gestionale medico?

Concludendo, un ultimo aspetto su cui dobbiamo riflettere è il prezzo di un gestionale medico, ma più che sul prezzo stesso, dobbiamo riflettere su quanto tempo (e denaro) possiamo mirare a risparmiare attraverso l’utilizzo di una specifica piattaforma.

Questa in ultima istanza è l’analisi che dobbiamo a fare. C’è la possibilità di migliorare e rendere la gestione della nostra attività più semplice ed efficace? Se la risposta è affermativa, in questo caso sarà più che giustificato prendere in considerazione l’utilizzo di un nuovo gestionale medico per implementare e ottimizzare la nostra attività.

Registrati

15 giorni gratuiti - Non è necessaria alcuna carta di credito - Nessun vincolo contrattuale   scegli quale Beebeeboard vuoi provare